PCS4

Filtro a sacchi
PCS4

  • Capacità: 25 Lt/min
  • Struttura: rinforzata in Acciaio Inossidabile AISI304
  • Dimensione: 2500 x 1000 x2200 h mm
  • Potenza elettrica: 2kW – 380/400V – 50/60Hz

Vantaggi

Il Filtro a quattro sacchi PCS4 è piccolo e compatto ideale per la chiarificazione naturale e lenta di acque reflue e fanghi di piccole capacità, in quanto prevede un processo di filtrazione di materiali attraverso l’utilizzo di piccoli sacchi filtranti (viene escluso l’utilizzo di sostanze chimiche per accellerare il processo).

Viene consigliato per depurazioni di acque con una percentuale bassa di fangosità.

Presenta una struttura compatta in acciaio inox AISI-304, completo di due strutture di sostegno sacchi, quattro canalizzatori di scarico, vasca di raccolta e quadro elettrico di comando; la struttura è personalizzabile per ogni richiesta ed esigenza.

Dimensioni e Layout

Accessori

Gruppo-pompe-Serie-GP

Gruppo pompe centrifughe
SERIE GP

Dosatore-automatico-flocculante-Serie-FL

Dosatore flocculante automatico
SERIE FL

Serbatoio di raccolta acque – Serie CA

Contenitori di raccolta acque
SERIE CA

Prodotti correllati

Filtro a sacchi PCS1-A

Filtro a sacchi PCS1-B

Filtropressa PC

Area superiore o di lavoro: costituita da struttura completa di banco d’appoggio in legno multistrato marino (okumé), con protezioni movibili, sulle quali vengono effettuate le lavorazioni ordinarie e complesse.

Area centrale o vano aspirazione e filtraggio: composta da appositi ugelli nebulizzatori, alimentati dalla pompa sommersa (in acciaio inox) che inumidiscono la polvere facendola precipitare sul fondo, con il quasi totale abbattimento della stessa (90%); il rimanente avviene attraverso il filtro ferma gocce in poliuretano.

Area posteriore o vano ventola: l’aria aspirata e depurata viene rilasciata attraverso un elettro-ventilatore ad alta prevalenza e un dispersore d’aria.

Area inferiore o di riciclo: costituita da una vasca contenente fango ottenuto dall’abbattimento delle polveri. È sufficiente far defluire il fango e aggiungere acqua per attuare un nuovo ciclo di lavorazione, garantito da sistemi di controllo: carico, scarico e di livello. Il posizionamento di quest’ultimi è personalizzabile.

Area comandi: il quadro comandi, a norma CEI, è composto da una cassa in tenuta stagna in cui sono installati vari dispositivi: protezione generale, protezione salvamotore su pompa ed elettro- ventilatore, generale prese, avviamento con Start-Stop e pulsante di emergenza.

Media e Progetti